Con i fitosteroli aggiunti cuore al sicuro grazie a cibi e bevande contro il colesterolo

Un ricercatore statunitense ha brevettato un metodo per aggiungere molecole anti-colesterolo anche in alimenti in cui non sarebbero solubili

Colesterolo cuore

L'arma del futuro contro il colesterolo e le malattie che possono colpire il cuore a causa del suo accumulo potrebbero essere gli stessi cibi oggi additati di aumentare i suoi livelli nel sangue. A renderlo possibile sarebbe una scoperta effettuata da Daniel Perlman, ricercatore della Brandeis University di Waltham (Stati Uniti), protetta da un brevetto dallo scorso 11 giugno.

L'idea di base è quella di sfruttare le proprietà dei fitosteroli, molecole di origine vegetale molto simili al colesterolo che, una volta nell'apparato digerente, riducono il suo assorbimento, promuovendone, invece, l'eliminazione. Fino ad oggi sfruttare questa proprietà non è stato possibile perché i fitosteroli non sono solubili in acqua e si sciolgono pochissimo nei grassi. Perlman ha però scoperto una metodica per renderli solubili in cibi e bevande di uso comune.

Il trucco sta nell'unire i fitosteroli alla glicerina, che essendo solubile in acqua impedisce la formazione di cristalli di fitosteroli. Tutto ciò che bisogna fare è scaldare fitosteroli e glicerina fino alla temperatura che consente di ottenere complessi fra le due molecole.

Le potenzialità del composto messo a punto da Perlman sono già state testate in altri laboratori e confermano i suoi benefici sul metabolismo del colesterolo e la sua capacità di ridurne i livelli. L'esatto meccanismo del suo funzionamento rimane, però, ancora un mistero da svelare.

Via | Brandeis Now
Foto | da Flickr di gandhiji40

  • shares
  • +1
  • Mail