I consigli estivi per evitare problemi intestinali



Le vacanze non sempre portano relax e benessere. Caldo eccessivo, bibite ghiacciate, alimentazione scombussolata, code sulle infuocate autostrade o viaggi in Paesi esotici possono creare problemi all’intestino. Insomma paradossalmente l’estate rischia di essere il momento peggiore per l’equilibrio della flora batterica intestinale. E’ quello che gli esperti chiamano "Effetto Vacanza" e ne soffrono circa 6 milioni di italiani, e sono soprattutto le donne ad accusarlo.

Il cattivo funzionamento dell'intestino è un disturbo fastidioso che rischia di rovinare e mettere a repentaglio le tanto attese vacanze estive. Ecco dunque comparire o accentuarsi meteorismo, gonfiore e distensione addominale, dolore e irregolarità intestinali.

Eppure sono sufficienti piccoli accorgimenti per preservare il proprio intestino e proteggersi: non uscire nelle ore più calde della giornata, fare più attività fisica ma non eccessiva, riequilibrare l’alimentazione limitando i pasti, evitando le bevande ghiacciate, i panini, le fritture, salse a base di panna e maionese, fast food e alcolici.



Per chi invece va in vacanza in località esotiche è preferibile non mangiare cibi crudi e bere acqua da bottiglie non sigillate.

E’ importante, infine, ricordarsi di mettere in valigia integratori di fermenti lattici per riequilibrare la flora intestinale.

  • shares
  • Mail