Zeolite per l'allergia al nichel: cos'è, come funziona e quando assumerla

Proviene della lava e sequestra metalli e altri composti dannosi. Il suo impiego non si limita, però, alla cura delle allergie

zeolite allergia nichel

La natura, a volte, ha potenzialità insospettabili: anche i minerali di origine vulcanica hanno proprietà benefiche per la salute. A dimostrarlo è il caso della zeolite, un minerale microporoso che si forma dall'incontro tra la lava incandescente e l'acqua marina salmastra.

I piccoli canali presenti al suo interno catturano elevate quantità di tossine, metalli pesanti, radicali liberi, nitrosamine, pesticidi e altre sostanze dannose per la salute. Proprio per questo può essere utilizzata come un disintossicante e per ridurre la quantità di queste sostanze che resta nell'apparato digerente e, quindi, limitarne l'accumulo nell'organismo.

Per questo gli esperti possono consigliarne l'assunzione anche per contrastare l'allergia alimentare nichel. La zeolite, infatti, può catturare il nichel presente negli alimenti, difficile da evitare perché molto diffuso nell'ambiente.

L'impiego della zeolite non si limita, però, alle sole allergie alimentari.

Uso interno ed esterno

La zeolite assorbe tossine, radicali liberi e metalli pesanti, aiutando, così, il buon funzionamento del sistema immunitario, l'eliminazione delle sostanze nocive, l'ossigenazione di muscoli e tessuti e la rigenerazione della pelle. Per questo può aiutare a curare le piccole ferite, piaghe con essudato, arrossamento, acne e psoriasi. In questo caso non deve essere ingerita, ma applicata direttamente sulla pelle.

Sportivi, anziani, chi è sottoposto a uno stress e chi è affetto da una malattia associata a un forte stress ossidativo possono, invece, assumerne un cucchiaino al giorno per almeno 30 giorni sia se vogliono mantenere il benessere generale, sia se hanno bisogno di disintossicarsi.

Per trattare problemi acuti la posologia sale a 3 cucchiaini al giorno per 90 giorni o finché i sintomi non migliorano.

Alcuni studi ne suggeriscono anche i benefici in caso di problemi cardiocircolatori e digestivi e l'efficacia come coadiuvante nelle terapie dei reumatismi, delle infezioni renali e dei problemi dermatologici di chi soffre di diabete.

Benefici senza effetti collaterali

La zeolite può essere assunta senza temere possibili effetti collaterali. Questo minerale, infatti, non è tossico e attraversa l'apparato digerente senza essere assorbita.

Inoltre non interagisce con altri prodotti o farmaci e non richiese particolari condizioni di conservazione.

Oltre alla polvere, in commercio è possibile trovare anche capsule e deodoranti ideali in caso di psoriasi, eczemi, rosacea, acne giovanile e molti altri problemi di pelle.

Via | Flowers of life - ATENA S.r.l.
Foto | da Flickr di jill570641

  • shares
  • +1
  • Mail