Cosa sono i condilomi acuminati e la cura migliore

I condilomi acuminati sono delle verruche genitali, causate dal papilloma virus umano, e sono noti anche per essere estremamente contagiosi.




I condilomi acuminati vengono spesso chiamati creste di gallo, per la forma che può appunto ricordarle. Si manifestano sulle superfici mucose e cutanee dei genitali. Questo disturbo, molto fastidio, è causato da un’infezione da papilloma virus umano e sono tipici delle persone immunodepresse.

Non sempre vengono diagnosticati per tempo, perché i sintomi dell’infezione, prima di manifestarsi, possono anche restare latenti per dei mesi. Come abbiamo detto in occasione del post relativo al papilloma virus, il 70 percento delle persone, nel corso della vita, viene in contatto con l’HPV, responsabile del tumore all’utero.

È molto importante, per prevenire i condilomi, avere sempre rapporti protetti e soprattutto con persone di cui si ha estrema fiducia, perché purtroppo anche il preservativo non garantisce una protezione totale dal virus. Nella maggior parte dei casi l’infezione da HPV guarisce da sola, però per fortuna ci sono delle terapie per le creste di gallo.

In linea di massima, la terapia è farmacologica, nei casi più gravi però si può procedere con la crioterapia, congelando i condilomi per asportarli senza anestesia e senza sanguinamenti. Ovviamente, non sono queste le uniche strade: alcuni medici preferiscono il laser o l’elettrocoagulazione.

Dopo l’asportazione il paziente deve essere seguito costantemente, perché purtroppo sono frequenti i casi di recidiva e perché, come premesso, l’Hpv è responsabile di diverse forme tumorali. È importante quindi una costante igiene intima, attenzione nei rapporti, visite di controllo periodiche ed esami come il pap test (una volta l’anno per tutte le donne) e la colonscopia.

Via | Personal Trainer; Farmaco e Cura

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail