Cos’è l’embolia e perché si forma un embolo o un trombo

Cosa è l’embolia? Quali sono i sintomi? E quali i trattamenti più indicati per la cura? Ecco alcune indicazioni utili

Embolia

L’embolia è una condizione patologica dovuta all’ostruzione di un'arteria oppure di una vena, provocata da un corpo estraneo, che può essere di origine gassosa (quando l'embolo viene provocato da una bolla di gas), lipidica (si verifica quando l'embolo è costituito da un ammasso di grasso), da liquido amniotico (caso che riguarda le donne in gravidanza), settica (provocata da grumi di germi misti a materiale ematico o tissutale), oppure tumorale.

Possiamo infine parlare anche di "tromboembolo", caso che si verifica quando un trombo (ovvero una massa costituita da piastrine, globuli rossi e globuli bianchi, che si forma all’interno del sistema cardiovascolare), si stacca dalla parete del vaso e si sposta verso un’altra regione, rischiando così di ostruire un vaso sanguigno.

In linea generale, quasi sempre la causa dell’embolia sono coaguli ematici, e il tipo di embolia più comune sembra essere quella polmonare. Tale patologia si distingue infatti anche in base all’apparato che viene colpito, e parleremo quindi di embolia cerebrale (quando ad essere ostruita è un’arteria che irrora il cervello), oppure di embolia polmonare.

I sintomi dell’embolia variano sia in base alla gravità dell’ostruzione, che in base alla parte colpita. Per quanto concerne l’embolia polmonare, si registrano dolori al torace, affanno e svenimenti, mentre i sintomi per coloro che sono colpiti da embolia cerebrale variano in base alla parte del cervello che non viene più irrorata dal sangue.

Oltre ad una modifica delle proprie abitudini di vita (bere molta acqua, svolgere attività fisica, evitare di rimanere sempre nella stessa posizione e così via…) la terapia per la cura dell’embolia prevede la rimozione dell’embolo (laddove fosse possibile), oppure una terapia farmacologica volta allo scioglimento del coagulo di sangue e di una sua eventuale riformazione. In caso di embolia gassosa, si procede con una terapia iperbarica.

via | MyPersonalTrainer, Wikipedia,
Foto | da Pinterest di Lava Kafle

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO