Deltacortene, quali sono gli effetti collaterali e quando assumerlo

Come tutti i farmaci, anche il Deltacortene purtroppo ha i suoi effetti collaterali: ecco, ad esempio, cosa possiamo leggere nel suo foglietto illustrativo, da conservare sempre e da sfogliare con cura per conoscere meglio i farmaci che assumiamo!

deltacortene effetti collaterali

Il Deltacortene è un farmaco in compresse utilizzato per diversi trattamenti. Può essere associato ad altri farmaci per malattie di interesse reumatologico, in caso di artrire reumatodie oppure di spondiliti anchilosanti, ma anche in pazienti che soffrono della malattia di Still o di artrite gottosa acuta. Può essere consigliato in caso di lupus eritematosus sistemico, di dermatomiosite, di periartrite, di cardite reumatica acuta oppure in presenza di condizioni allergiche gravi, come l'asma bronchiale, le dermatiti da contatto, la dermatite atopica.

Inoltre il Deltacortene, da assumere in gravidanza e allattamento sotto stretto controllo medico, può essere consigliato in caso di sarcoidosi, come trattamento palliativo in caso di leucemie e di linfomi degli adulti o in caso di leucemia acuta dell'infanzia, oltre che nel trattamento della colite ulcerosa.

Sul foglietto illustrativo diversi sono gli effetti indesiderati del Deltacortene, soprattutto in caso di trattamenti lunghi o molto intensi. Potremmo notare, ad esempio, alterazioni del bilancio idro-elettrolitico, che in alcuni pazienti possono causare ipertensione e insufficienza cardiaca congestizia, ma anche patologie a carico dei muscoli e dello scheletro (osteoporosi, fragilità ossea, miopatie) o dell'apparato gastro-intestinale.

Sono state riscontrati anche problemi a carico della cute, con assottigliamento, fragilità oltre che ritardo nei processi di cicatrizzazione, senza dimenticare vertigini, cefalea, aumento della pressione endocramica. Il Deltacortene può anche interferire con la funzionalità dell'asse ipofisi-surrene, causare irregolarità metruali, disturbi della crescita nei bambini, diabete mellito latente, complicazioni oftalmiche.

Via | Torrinomedica

Foto | badedas

  • shares
  • +1
  • Mail