Prevenire la caduta dei capelli con l'alimentazione

pelatoÈ un problema che cruccia più gli uomini che le donne, almeno per quel che riguarda la caduta definitiva. Se parliamo invece della caduta dei capelli periodica che ad ogni cambio di stagione falcidia le nostre chiome, la questione è estesa ad ogni genere ed età. Si può migliorare con l’alimentazione giusta, iniziando a tavola a prendersi cura dei capelli perché la caduta sia limitata o ritardata il più possibile.

La carenza di vitamina B e zinco è cruciale nella caduta dei capelli, quindi possiamo cominciare con l’integrarne le quantità attraverso gli alimenti mangiando cereali integrali, verdure cotte o crude, latticini, carni bianche e rosse, frutta fresca e secca, uova: la scelta è ampia, non farete alcuna fatica.

Molti di questi alimenti, come la verdura a foglia verde, i cereali integrali, i latticini, la frutta insieme agli oli di oliva, girasole e soia (ma rigorosamente a crudo) contribuiscono anche alla lucentezza del capello, a cui fa bene anche una buona integrazione di ferro che otterrete con carni, uova, latticini, frutta e verdura a foglia verde già citati ma anche attraverso i preziosi legumi.

Al selenio penseranno invece aglio, tè verde, peperoncino ma anche carni, verdure e frutta, soprattutto gli agrumi. Il selenio previene l’inaridirsi del capello e il suo indebolimento e aiuta anche a contrastare la forfora.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: