Triatec: la scheda tecnica, la posologia e le controindicazioni

Il Triatec è un farmaco utilizzato per problemi legati al cuore e di ipertensione: ecco tutto quello che c'è da sapere sul medicinale, come riportato sul foglietto illustrativo contenuto al suo interno.

Triatec

Il Triatec è un farmaco venduto in compresse contenente ramipril, un principio attivo che viene utilizzato nella cura dell'ipertensione arteriosa, di insufficienza cardiaca congestizia, di infarto miocardico acuto, di nefropatia conclamata in pazienti non diabetici, di complicazioni renali causate da diabete mellito. Inoltre è usato in caso di pazienti ad alto rischio cardiovascolare.

La posologia del Triatec viene stabilita dal medico in base alla patologia che deve trattare: in caso di ipertensione solitamente si prende una compressa al giorno con dosaggio di 2,5 mg, con dose massima di 10 mg. In caso di insufficienza cardiaca congestizia la dose iniziale è di 1,25 mg una volta al giorno, con dose massima di 10 mg. Per i pazienti che hanno avuto un infarto la dose è di 5 mg al giorno, in due somministrazioni, una al mattino e una alla sera, mentre per curare la nefropatia la dose è di 1,25 mg una volta al giorno.

Il Triatec non va usato in caso di ipersensibilità al principio attivo o a uno dei suoi eccipienti, in caso di angioedema, di stenosi bilaterale dell'arteria o stenosi unilaterale, in pazienti ipotesi, in gravidanza e in allattamento (in caso di concepimento durante il trattamento, la somministrazione deve essere interrotta e sostituita da una cura senza ACE-inibitori, per possibili danni che questi farmarci possono provocare al feto; in caso di somministrazione durante l'allattamento, il bambino dovrà evitare di prendere il latte materno).

Diversi gli effetti collaterali del Triatec, a carico del sistema cardiovascolare e nervoso, a carico dei reni, con compromissione del bilancio elettrolitico, a carico dell'apparato respiratorio e dell'apparato gastrointestinale e fegato. Si possono notare anche reazioni cutanee e anafilattiche/anafilattoidi e reazioni ematologiche.

Via | Torrinomedica

Foto | adlershop

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO