Cos'è il piede d'atleta, i sintomi e le cure più efficaci

Preferisce i luoghi caldi e umidi, come lo spazio fra le dita: è il fungo che causa il piede d'atleta, infezione tipica di chi frequenta palestre e docce pubbliche

piede d'atleta

Il piede d'atleta è un'infezione nota anche come tinea pedis causata da un fungo che vive sulla pelle. In realtà si tratta della più comune infezione fungina e, anche se è contagiosa, spesso può essere sconfitta con semplici farmaci da banco. Il suo nome deriva dal fatto che spesso attacca sportivi e frequentatori delle palestre.

Infatti l'umidità – tipica, ad esempio, delle docce – e le zone chiuse, come quelle fra le dita dei piedi, favoriscono la proliferazione del fungo, che causa prurito e bruciore sia tra un dito e l'altro, sia sulla pianta del piede. A questi sintomi si può aggiungere la formazione di vesciche e la pelle si può seccare e screpolare. Anche le unghie possono essere coinvolte, arrivando, a volte, a sviluppare vere e proprie onicomicosi.

Se non opportunamente curata, l'infezione può aprire la strada alla crescita di batteri molto resistenti che corrodono ulteriormente la pelle, provocando anche dolore. Per questo se i sintomi non scompaiono con semplici rimedi casalinghi e se si associano ad altri problemi, come la febbre, è meglio rivolgersi al proprio medico. Ecco cosa potrebbe consigliare per eliminare definitivamente il fungo.

In casi di lieve entità medicinali da banco a base di principi attivi antimicotici potrebbero risolvere il problema, altrimenti potrebbero essere necessari farmaci assumibili solo su prescrizione, dall'azione più potente e, a volte, da assumere per via orale. Fra i principi attivi più utilizzati sono inclusi la butenafina, il clotrimazolo, il miconazolo, la terbinafina, il tolnaftato, l'itraconazolo e il fluconazolo. Se, poi, oltre al fungo è presente anche un batterio potrebbe essere necessario assumere un antibiotico.

Il medico potrebbe prescrivere anche pomate a base di steroidi o impacchi o lavaggi con l'aceto e, nel caso in cui l'infezione tendesse a ricomparire regolarmente, l'utilizzo continuo dei medicinali.

In generale, per evitare di avere a che fare con questa micosi è bene tenere sempre i piedi bene asciutti, preferire calzini in materiali naturali (come lana e cotone) e scarpe ventilate (preferibilmente non di materiale plastico), cambiare frequentemente i calzini e non usare sempre lo stesso paio di scarpe, né scambiarle con altre persone. Inoltre è possibile affidarsi ogni giorno a polveri antimicotiche.

Via | Mayo Clinic
Foto | da Flickr di tachyondecay

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO