Proprietà benefiche della rosa canina



Da secoli la rosa è apprezzata e cantata per la bellezza del fiore e per la soavità del suo profumo. Già dall’antico Oriente si estraeva dai petali l’olio odoroso che veniva utilizzato per la produzione di profumi e della notissima “acqua di rose”. C’è un detto secondo cui le rose fanno bene alla pelle e all’anima.

La rosa canina è molto conosciuta per la sua efficacia nel rafforzare le difese dell’organismo contro le infezioni e particolarmente contro il comune raffreddore. Si chiama così perché alla sua radice veniva attribuito un effetto antirabbico. Ha avuto un ruolo importante nella fornitura di vitamina C ai bambini britannici durante la seconda guerra mondiale in sostituzione della fonte normale degli agrumi.

La parte erboristicamente più interessante di questa pianta è costituita da falsi frutti, la cui parte interna ha le proverbiali proprietà pruriginose, mentre quella esterna ha un elevato interesse alimentare e dietetico. Proprietà astringenti, antinfiammatorie e protettrici vasali caratteristiche dei polifenoli in essi contenuti.

Proprietà benefiche:

- Vitaminizzante: i piccoli frutti della rosa risultano essere le "sorgenti naturali" più concentrate di vitamina C, presente in quantità fino a 50-100 volte superiore rispetto agli agrumi tradizionali (arance e limoni) e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell'organismo. I bioflavonoidi, presenti nelle polpa e nella buccia di numerosi frutti, esercitano un’azione sinergica alla vitamina C, favorendone l’assorbimento da parte dell’organismo.

- Antiallergenica: E’ di stimolo alle difese immunitarie, a livello respiratorio in modo particolare del biotipo allergico. In questi soggetti, il macerato idroetanolglicerico di rosa canina ripristina la capacità a dare risposte immunitarie positive. E' un rimedio importante soprattutto nella prevenzione delle allergie respiratorie.

- Diuretica: stimola l’eliminazione delle tossine tramite l’urina senza irritare i reni. Raccomandata anche per infiammazioni dei reni o della vescica. Eliminando le accumulazioni di acido urico, aiuta anche la gotta e i reumatismi.

- Astringente: grazie alla presenza di tannini, sostanze che hanno proprietà astringenti, risulta efficace nella cura delle diarree.

Tendenze alle emorragie, nefriti, mestruazioni troppo abbondanti, diarree, catarri intestinali, sudorazioni eccessive, mastiti, congiuntiviti, e ogni affezione legata alla fragilità dei tessuti. Si presta come cura preventiva dell’apparato oro-faringeo e problematiche invernali.

  • shares
  • Mail