Le candele profumate fanno male?

candele I profumi e le fragranze sono ormai ovunque. Non soltanto nei prodotti che normalmente utilizziamo per l'igiene del corpo, troviamo fragranze profumate nelle candele, nei prodotti per la pulizia e nei deodoranti per gli ambienti. Peccato che poi, malgrado la poetica dei nomi, spesso queste fragranze siano soltanto evocative, ma non riescano davvero a farci sentire l'odore di montagna, di fresca lavanda, di pino silvestre e così via.

Ora uno studio recentemente condotto dall'Environmental Protection Agency rivela che molte sostanze potenzialmente tossiche sono contenute nei prodotti che utilizziamo comunemente e che contengono appunto queste fragranze sintetiche. Tra le sostanze sotto accusa ci sono l'acetone, la benzaldeide, l'acetato di benzile, l'alcool benzilico, la canfora, l'etanolo, l'acetato di etile, il limonene, il linalolo, e il cloruro di metilene. In base ai dati emersi dallo studio, se inalate, queste sostanze chimiche possono causare disordini del sistema nervoso centrale, vertigini, nausea, disturbi del linguaggio, sonnolenza, irritazione alla bocca, gola, occhi, pelle e polmoni, danni renali, cefalea, insufficienza respiratoria, atassia e affaticamento.

Con le candele profumate, i danni potrebbero essere maggiori a causa della fuliggine emessa da molti di questi prodotti e che potrebbe creare problemi di respirazione. Le particelle di fuliggine possono arrivare in profondità nei polmoni e sono un problema soprattutto per chi soffre di asma e malattie polmonari o cardiache. A peggiorare le cose, c'è il fatto che tante candele profumate sono realizzate con la paraffina, un sottoprodotto della raffinazione del petrolio. La fuliggine emessa da questi materiali può contenere sostanze cancerogene.

Via | Divinecaroline
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail