Piantaggine: proprietà, ricette e controindicazioni

Tutto le proprietà e gli usi della piantaggine, una pianta molto presente sui nostri terreni.

piantaggine proprietà ricette emorroidi

Uno dei rimedi naturali più diffusi sulle nostre terre è la piantaggine, una pianta perenne che cresce indistintamente in collina, campagna e montagna in tutta Italia. Solitamente la si trova lungo i bordi dei prati o dei sentieri e vale la pena andarla a cercare in luoghi un po’ dispersi per garantirsi la sua massima freschezza e integrità, oppure tra i vigneti dove cresce spontaneamente.

Le proprietà della piantaggine la rendono un rimedio naturale perfetto contro tanti piccoli disturbi e patologie minori: è astringente e antinfiammatoria, quindi ottima contro i malanni di stagione come raffreddore o piccoli problemi respiratori legati all’abbassamento delle temperature, come la tosse. È anti-anemica, blocca le emorragie e aiuta a far cicatrizzare le piccole ferite perché ricca di mucillagine nelle foglie, quindi è ottima in caso di piccole abrasioni o tagli ma anche per la cura delle punture di insetti, perché toglie il prurito. Per quanto riguarda altri disturbi, viene utilizzata per sfiammare gli occhi in caso di congiuntivite.

Inoltre è molto indicata se si soffre di stitichezza, perché le ricche mucillagini stimolano la corretta funzionalità intestinale e funzionano da leggero lassativo; grazie alle capacità anti-anemiche, poi, è una delle migliori erbe da utilizzare nella cura e nel trattamento delle emorroidi.

Le ricette per utilizzare al meglio la piantaggine sono svariate: si va dai decotti e tisane a puro scopo curativo e rilassante, fino agli impieghi più creativi in preparazioni gustose per la cucina. Cotta è ottima da utilizzare come ripieno per la pasta fresca, o magari per farci cuocere proprio la pasta e colorarla di verde, oppure saltata in padella come contorno; mentre cruda arricchisce le insalate con il suo sapore fresco. Potete trattarla esattamente come gli spinaci, il radicchio o la rucola, e farne un pesto profumato con cui condire la pasta integrale o il riso.

Le uniche controindicazioni dell’uso della piantaggine possono venire dalle allergie scatenate dal polline della pianta, che possono provocare gravi effetti collaterali al suo uso: meglio fare un test previo e ricordarsi, in caso, di informare il proprio medico curante e l’erborista di fiducia di questa eventualità. In ogni caso della piantaggine si utilizzano prevalentemente le foglie, quindi il rischio si riduce davvero al minimo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail