Correre fuori quando fa freddo

correre nella neveSe siete abitudinari della corsa tutto l’anno non vi spaventeranno certo un po’ di vento o le temperature più basse ma se vi siete avvicinati alla corsa solo durante l’estate e vorreste proseguirla anche durante la stagione rigida, ecco qualche consiglio su come affrontare al meglio la corsa all’aperto quando fa freddo.

Prima di ogni cosa, il riscaldamento va curato meglio che mai. La durata deve allungarsi perché i muscoli si abituino gradualmente alle temperature esterne e si riscaldino bene prima dello sforzo. Allo stesso modo anche lo stretching dev’essere particolarmente attento e rigorosamente dopo un accurato riscaldamento per evitare strappi muscolari.

Usare l’abbigliamento adatto senza coprirvi troppo con capi pesanti ma preferendo capi tecnici leggeri, traspiranti e ben coprenti contro vento e freddo. Non dimenticate di proteggere le mani e la testa con cappello (o una fascia in pile che copra fronte e orecchie) e guanti, riparare il collo, scegliere le calze giuste.

Finito l’allenamento, copritevi meglio durante la fase di defaticamento e stretching, perché i muscoli andranno raffreddandosi. Appena rientrati la doccia va fatta immediatamente per evitare di raffreddarsi mentre si è sudati. Bere una tazza di latte o tè caldo è una buona idea per ristorarsi ma se non ne avete voglia evitate anche di bere acqua troppo fredda: meglio a temperatura ambiente.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail