Influenza A: un nuovo studio dimostra l'importanza dell'igiene

lavarsi le mani Anche se a noi sembra banale e poco utile, sembra che davvero l'arma più potente per difendersi dall' influenza A H1N1 sia l'igiene e più in generale l'adozione di comportamenti e stili di vita orientati alla prevenzione. Stavolta a sostenerlo non è il medico di turno che a molti dà l'impressione di dare consigli poco utili. Stavolta la "notizia" arriva da una recente meta-analisi pubblicata sul British Medical Journal.

L'obiettivo di questa revisione è stato di valutare le prove di efficacia di interventi fisici nell’interrompere o ridurre la diffusione di virus delle vie respiratorie. I ricercatori hanno messo a confronto ed analizzato ben 59 studi. Tra i principali risultati è emersa quella che a molti sembra davvero una raccomandazione superflua, ma che, invece, si riconferma di primaria importanza: lavarsi le mani nel modo giusto è sicuramente l'azione preventiva più efficace.

A sorpresa, però, la meta-analisi pone qualche dubbio sulla reale efficacia dei saponi. Emerge, infatti, che l'uso di saponi gel per le mani ha ridotto il tasso di assenza per malattia nelle scuole, anche se non è chiaro se l'aggiunta di un sapone antisettico può fornire un beneficio aggiunto di protezione dalle infezioni. Sotto esame anche la pulizia con i fazzoletti usa e getta impregnati di sostanze disinfettanti che non riesce a dimostrare un chiaro beneficio per la prevenzione delle infezioni virali del tratto respiratorio. Dunque, rassegniamoci e impariamo a lavarci bene le mani se vogliamo davvero evitarci l'influenza, sia essa suina o stagionale.

Via | British Medical Journal
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail