Cos'è l'osteopatia e quali disturbi cura

osteopatia

L'osteopatia comprende tutta una serie di tecniche non convenzionali, che cercano di trattare, attraverso la manipolazione, alcuni disturbi fisiologici. Attraverso tecniche particolari di manipolazione definita osteopatica, il paziente trova sollievo al disturbo per il quale si è rivolto all'osteopata.

L'osteopatia si basa su alcuni principi: considera il corpo un'unità, con strutture e funzioni correlate tra loro. Il corpo ha dei meccanismo di autoregolazione e autoguarigione mentre il movimento dei fluidi corporei, secondo questa pratica, è importante per rimanere in salute. Secondo l'osteopatia il sistema nervoso autonomo sta alla base del controllo dei fluidi del corpo.

Nel nostro paese la figura dell'osteopata non è riconosciuta dal Sistema Sanitario Nazionale, ma esistono delle certificazioni e dei percorsi di formazione, proposti anche dalle università con corsi post laurea, oltre che da associazioni privati, non riconosciuti però dallo stato.

L'osteapia non cura il sintomo, ma agisce sulle cause: è un trattamento non invasivo, non usa farmaci e un osteopata serio è solito lavorare con in mano gli esami di diagnostica per immagini e i referti che eventualmente il paziente ha eseguito.

Quali disturbi può curare l'osteopatia? L'osteopata cura i problemi strutturali, rimuovendo gli ostacoli che causano disturbi, dolore, non cura i sintomi, ma le cause: di solito si rivolgono a lui le persone affette da cervicale, dolori lombari, problemi alle spalle, anche se per risolvere il disturbo potrebbe agire su altre parti del corpo. E ancora, mal di testa, nevralgie, sindrome da sovraccarico, disturbi digestivi, intestinali, urinari e respiratori di tipo funzionale

Via | Fotiadis

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail