Con quali alimenti assumere la vitamina B12 nelle dosi giuste


La vitamina B12 è una sostanza molto preziosa, per proteggere il cuore, per rallentare l’invecchiamento, lo sviluppo di cellule tumorali e il corretto funzionamento del metabolismo. È conosciuta anche come cobalamina e si può assumere ovviamente con la dieta. In natura può essere sintetizzata solo da batteri, funghi e alghe ed è presente in quantità moderate anche in alimenti di origine animale.

A questo punto è facilmente comprensibile, che gli alimenti vegetali, purtroppo, non siano una fonte di B12, mentre è contenuta in grandi quantità nei frutti di male e nei crostacei. Potete fare il pieno di vitamina con il fegato, di agnello, vitello, manzo, ma anche tacchino o anatra. Si può trovare nelle uova di pesce, se amate il caviale.

In linea di massima mangiare pesce è sicuramente la scelta migliore, considerando che alcuni prodotti (come i crostacei) fanno alzare i livelli di colesterolo. Optate più per il polpo e il pesce azzurro. Per quanto riguarda la carne, preferite il manzo e l’agnello. La B12 è contenuta anche nelle uova, soprattutto nel tuorlo, e nei formaggi. Ovviamente, non esagerate con le dosi, prevedete una o massimo due porzioni a settimana, preferendo i formaggi magri.

La B12 per essere ben assimilata deve essere assunta in piccole quantità, ma in modo costante. Avere una dieta vegetariana, se non ben studiata e fatta con consapevolezza, potrebbe portare a una carenza vitaminica. Qual è il fabbisogno quotidiano? La dose giornaliera per l'adulto è di circa 2 - 2,5 µg, il fabbisogno aumenta leggermente durante la gravidanza e l'allattamento.

Via | My Personal Trainer

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail