Cos'è l'acido ialuronico e quali sono gli effetti collaterali

Sicuramente avrete sentito parlare dell'acido ialuronico come componente speciale delle creme antirughe: l'industria cosmetica ne fa largo utilizzo, specialmente nella creazione di sempre più nuovi prodotti che combattano i primi segni del tempo. Non tutti invece sanno cos'è l'acido ialuronico: un naturale costituente del derma, lo strato più profondo della nostra pelle.È una sostanza largamente utilizzata in medicina: viene infatti impiegata per infiltrazioni nella cura dell'artrosi al ginocchio e all'anca, perché agisce da lubrificante e protettore della cartilagine danneggiata. Essendo una sostanza naturalmente prodotta dal nostro corpo, l'acido ialuronico non presenta controindicazioni visibili, anzi, è bene assumerlo per via esterna in modo da aiutare la pelle a conservarsi elastica e fresca, grazie ad alimenti specifici; può invece dare reazioni spiacevoli quando viene iniettato sotto forma di filler, una delle operazioni di chirurgia estetica più frequenti e utilizzate, sia per eliminare cicatrici sia per riempire le prime rughe e spianare i segni del tempo sulla pelle. Quali sono gli effetti collaterali dell'acido ialuronico?

Nel caso delle creme antietà, le eventuali reazioni possono essere di natura allergica e presentarsi con arrossamenti, pruriti e dermatiti: bisogna però controllare l'INCI, ovvero la composizione chimica del prodotto, e sottoporsi ad accurate analisi per verificare che sia effettivamente l'acido ialuronico a causare l'allergia, perché tendenzialmente è ben tollerato e non dà sensibilizzazione.

Quando lo si utilizza per le infiltrazioni contro l'artrosi, un'iniezione scorretta o maldestra può causare gonfiore, dolore circoscritto alla zona dove è stata effettuata l'iniezione, sensazione di calore e rossore; vanno inoltre accuratamente evitate in caso il paziente soffra di un'infezione virale o batterica in corso.

Nel caso delle iniezioni di acido ialuronico come filler contro le rughe, in generale la pelle reagisce al filler con piccoli ematomi, ecchimosi e leggeri gonfiori, conseguenza immediata dell'iniezione, che in caso di errore possono perdurare per qualche giorno. Una modalità errata di iniezione e un dosaggio sbagliato potrebbero causare persino noduli, edemi di seria entità, prurito intenso o perfino ascessi alla pelle, che non arrecano solo disagio estetico, ma anche veri e propri problemi di salute.

Se si vuole optare per la chirurgia estetica per spianare temporaneamente le rughe, è bene quindi rivolgersi ad un medico competente, in grado di valutare attentamente il quantitativo necessario di acido ialuronico da utilizzare nel filler.

Via | Mypersonaltrainer

Foto | Flickr 

  • shares
  • Mail