Nuotare con meno sforzo sfruttando vortici e spinte

nuoto senza faticaAl mare, unenedo l'utile al dilettevole, si può trasformare una vacanza in un ottimo momento per mettersi in forma senza troppa fatica, o mantenere l'allenamento grazie alla possibilità di nuotare, perchè i 30 minuti di attività fisica quotidiana ci vogliono anche in vacanza!

Per ottimizzare i movimenti del nuoto senza troppi sforzi è opportuno nuotare seguendo alcuni piccoli accorgimenti. Attenzione a gambe e piedi: le gambe devono essere leggermente piegate, mentre i piedi devono essere distesi, ma non rigidi. Inoltre, conviene battere i piedi quel tanto che basta a tenerli bene a galla, senza andare troppo in profondità ad ogni movimento.

Il corpo deve assumere il più possibile una posizione parallela rispetto alla superficie dell'acqua, per diminuire la reistenza dell'acqua al movimento del corpo. Le braccia devono essere allungate, ma non del tutto distese, né rigide. Le mani devono muoversi prima verso l'interno, verso il fondo del mare, e poi verso l'esterno, uscendo fuori dall'acqua, formando dei vortici che favoriscono la spinta.

Se siete appassionati di nuoto, probabilmente sapete già che la rugosità della pelle ed i peli trattengono l'acqua, generando attrito e agendo come una specie di zavorra, che rallenta il nuoto. Se il petto vi piace villoso, d'accordo con le donne di Pink, ma volete nuotare senza limitazione alcuna, provate con le tute idrofobiche, che riducono l'attrito con l'acqua e migliorano le prestazioni muscolari.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail