Consigli per un'alimentazione sana nella terza età

anzianoGli anziani presentano uno stato nutrizionale molto diverso da un adulto normale e quindi hanno delle richieste e delle necessità nutrizionali differenti, che andrebbero seguite soprattutt in questi periodi di forte caldo, per evitare situazioni spiacevoli. Tra le principali differenze tra anziani e adulti ricordiamo un metabolismo rallentato, aumento del grasso addominale e diminuzione di liquidi corporei e del tessuto osseo e muscolare.

Partendo dai carboidrati, possiamo dire che le richieste metaboliche sono più o meno le stesse: bisognerebbe preferire zuccheri complessi, contenuti in patate o riso, a scapito di quelli semplici di pasta e pane, soprattutto pe i diabetici. Molto importante, invece, la maggiore necessità di assunzione di acidi grassi saturi e monoinsaturi, soprattutto sotto formadi olii vegetali.

Infine parliamo di vitamine: nell'anziano scarseggiano soprattutto la vitamina D, che va integrata assumendo uova e pesci grassi; e la vitamina C, che serve per assorbire meglio il ferro, anch'esso poco presente per la diminuita assunzione di carne. Per ultimo un accenno al fabbisogno di Calcio, utile soprattutto per le donne, a causa della menopausa: basta bere molto latte o acqua ricca in Calcio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail