Prova costume: consigli per affrontarla senza paura

prova costumeVi sembrano triti e ritriti i soliti consigli che suggeriscono dieta, addominali e tanto, tanto sudore? Tra gli ingredienti c’è anche del puro terrorismo psicologico. Meglio seguire consigli che spronino a tener duro e ad essere determinati nella conquista della forma perfetta per affrontare la prova costume senza paura.

Cominciate con il visualizzare esattamente il vostro obiettivo, senza false illusioni ma senza cedimenti sulla scia del “non ce la farò mai". Siate specifici e verificate passo passo i piccoli traguardi raggiunti per rafforzare la determinazione.

Rendete l’allenamento gradevole: fuori dalle palestre e dai salotti, trovate un gruppo di amici e andate al parco. Se lo sport diventa sociale è più divertente ed efficace perché il tempo passa in fretta e la fatica si condivide.

Al contrario, se vi allenate con un compagno mollaccione che non perde occasione di abbattersi e di riposarsi ad ogni pie’ sospinto, o trova scuse per saltare gli allenamenti, è ora di cambiare compagnia. O seguire il sempre vero “meglio soli che male accompagnati”.

Vi serve ancora un po’ di incentivo? Lo sport non fa bene solo alla forma, bruciando calorie e migliorando il tono muscolare: aiuta anche l’umore e riduce la voglia di snack fuori pasto.

Attrezzatevi con la musica, quando vi allenate: l’ideale è un ritmo tra 120 e 140 battute al minuto per una sessione di allenamento di tipo aerobico. La musica preferita ad accompagnare lo sforzo può fare la differenza.

Addominali, questi sconosciuti: non serve sudare sette camicie per un paio di giorni esagerando e poi mollando per la disperazione. Ne bastano cinque minuti. Ma ogni giorno.

Passando alla tavola: sforzatevi di andare a fare la spesa non al supermercato pieno di roba confezionata. Per frutta e verdura scegliete i mercati, comprate prodotti freschi e vedete che differenza di gusto (e che piacere nel tornare a fare la spesa a misura d’uomo).

Quanto all’alimentazione quotidiana valgono le regole per rendere più leggeri i pasti senza necessariamente mettersi a dieta stretta. Il consiglio sempre valido: usare più spezie e meno grassi.

Aumentate le proteine, diminuite i carboidrati (favorendo frutta e verdura anziché pasta e pane), scegliete fonti proteiche ricche di omega 3 come il pesce. Diminuite il sale, colpevole di provocare ritenzione idrica.

Un altro sistema per abbattere i grassi e aggiungere gusto alle pietanze sta nello sperimentare cotture alternative: al posto dell’olio usate del succo d’arancia e limone per marinare il pollo in cottura.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: