Dieta equilibrata contro i sintomi dell'intestino irritabile

intestino irritabileLe persone maggiormente colpite dalla sindrome dell'intestino irritbile sono quelle che risentono di uno stile di vita frenetico, che hanno una vita pieni di impegni e che spesso si alimentano in modo scorretto o disordinato; tra queste le più colpite sono le trentenni.

I sintomi della sindrome dell'intestino irritabile sono gonfiori addominali, irregolarità intestinale, diarrea alternata a stitichezza e a soffrirne è circa il 30% della popolazione italiana. Questi sintomi vengono spesso trascurati e sottovalutati dagli stessi medici in mancanza di lesioni visibili agli organi interni. Se è possibile attribuire la causa ad un generico stress e ad uno stile di vita frenetico, è possibile anche intervenire per fronteggiare sintomi e disturbi dell'intestino irritabile, prima di ricorrere ai farmaci.

La prima regola è quella di cercare di seguire una dieta equilibrata, diminuendo l'apporto di grassi ed aumentando quello di fibre e proteine. E' utile anche eliminare per un certo periodo i latticini per vedere la reazione dell'organismo ed assumere probiotici per ricreare la flora batterica intestinale. E' molto importante consumare i pasti seduti, concedendosi il tempo necessario e bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno.

Lavoro e impegni sono importanti, ma la salute è più importante di qualsiasi altra cosa, quindi concedete un po' di tregua al vostro apparato digerente, cercando di ridurre i possibili stati di ansia e ritagliatevi qualche momento di relax nel caos della giornata.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail