Il contatto con lo sperma potrebbe essere un antidepressivo


Un team di psicologici della State University of New York sostiene che l'essere esposte direttamente al contatto con lo sperma, attraverso le membrane della vagina, potrebbe ridurre le possibilità del manifestarsi dei sintomi della depressione.

La teoria è da subito apparsa come molto controversa, perché contiene indirettamente delle ragioni per cui non usare il preservativo. Ragioni che, diversamente da quelle addotte recentemente da Benedetto XVI, potrebbero fare la differenza per qualche coppia in dubbio se essere per il preservativo, o per l'eiaculazione libera.

293 studentesse sono state divise in gruppi, a seconda della frequenza dell'uso del preservativo, e sono state sottoposte al test sulla depressione di Beck, un questionario che comincia ad associare una moderata forma di depressione agli intervistati che totalizzino più di 17 punti. Ebbene, la media per le ragazze che non usano mai il preservativo è stata di soli 8 punti, mentre per quelle che lo usano sporadicamente di 10,5. I benefici deriverebbero dal grande numero di ormoni contenuti nello sperma, fra cui testosterone, estrogeni, follicolo-stimolatori e prolattina.

Via | Newscientist
Foto | zen@flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: