Carne rossa, mangiarne troppa fa male?

grilled steakSembra proprio di si, almeno secondo uno studio, il più vasto sull'argomento, condotto negli Stati Uniti dall'Istituto Nazionale dei Tumori. L’indagine, che appare negli "Archives of Internal Medicine", ha preso in esame 500.000 persone, tra i 50 ed i 71 anni, ed è durato circa due anni.

Queste le conclusioni: coloro che consumano una maggiore quantità di carne lavorata o comunque di provenienza industriale ((22,6 grammi per mille calorie/giorno) corrono un maggior rischio di mortalità, a causa di cancro e malattie cardiache, rispetto a coloro che ne assumono di meno (1,6 grammi per mille calorie/giorno).

Secondo i ricercatori, quindi, l'11% dei decessi tra gli uomini e il 16% tra le donne avrebbero potuto essere evitati con una riduzione del consumo di carni rosse. Sarebbe quindi sufficiente mangiare carne in piccola quantità, circa 30 grammi al giorno, evitando – soprattutto – la carne lavorata e gli altri prodotti alimentari con alto contenuto di sale, in modo da diminuire l’assunzione dei grassi saturi totali.

Foto | FotoosVanRobin

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: