Mangiare soia fin da bambine potrebbe ridurre le probabilità di cancro al seno


Secondo uno studio pubblicato da Cancer Epidemiology, Biomarkers and Prevention (un organo dell'American Association for Cancer Research, delle donne asiatico-americane che hanno mangiato grandi quantitativi di soia durante l'infanzia hanno sviluppato una probabilità di contrarre tumori al seno ridotta del 58%.

Tradizionalmente, le donne asiatiche hanno un'incidenza minore di tumori di questo tipo rispetto alle donne nordamericane. Nel caso di emigrazione, le incidenze cominciano ad aumentare, anche senza poter essere dovute a fattori genetici, come i matrimoni misti.

Lo studio ha riguardato donne di origine cinese, giapponese e filippina: un totale di 597 casi con cancro al seno e 966 sani, i cui genitori sono stati contattati e intervistati sulla diete delle loro figlie durante l'infanzia. Non si è ancora sicuri sul motivo di questa statistica. Si suppone però che gli isoflavoni della soia (usati anche per curare alcuni sintomi della menopausa) possano produrre estrogeni atti a far maturare prima le cellule dei tessuti del seno, e a fortificarli dunque contro l'azione dei carcinogeni. A chi di voi piacciono i cibi a base di soya?

via Physorg

  • shares
  • Mail