Mal di testa e condizioni meteo

mal di testa Lo scorso fine settimana è stato rovinato dal solito mal di testa che arriva puntuale proprio quando vorreste riposarvi e divertirvi? La colpa potrebbe essere del tempo: un'impennata delle temperature o al contrario una brusca diminuzione possono, infatti, causare emicranie anche abbastanza feroci.

In realtà, chi soffre di emicranie ha sempre sospettato che ci fosse una correlazione con le condizioni metereologiche. Ora, però, arriva una conferma scientifica di tutto rispetto considerando che si tratta di uno studio condotto su 7mila pazienti affetti da forme di emicrania serie tanto da rivolgersi alle cure ospedaliere.

La conclusione di questo studio è che il principale fattore scatenante è l'aumento della temperatura atmosferica che si verifica nelle 24 ore prima dell'insorgenza del mal di testa. In base ai dati, il rischio di emicrania aumenta del 7,5% ogni volta che le temperature salgono di 5°C. Anche la diminuzione della temperatura nell'arco delle 48/72 ore ha un impatto anche se meno significativo.

Dati alla mano, ora ci basterà ascoltare le previsioni del tempo per sapere se il giorno dopo avremo un mal di testa e - perchè no - correre ai ripari preventivamente ricorrendo a farmaci o altri trattamenti che possano evitarci una terribile giornata con la testa che scoppia.

Via | The Independent
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail