La fatica mentale influenza la prestazione fisica

correreSarà capitato a tutti: quando abbiamo altri pensieri per la testa, la palestra diventa più stancante che distensiva. Se anche ci accingiamo a fare attività fisica per scaricare lo stress o rilassarci, a seconda della disciplina prescelta, la stanchezza mentale pregiudica irrimediabilmente la prestazione e abbassa i livelli già raggiunti in altre occasioni, con l’unico risultato di stancarci di più e votarci al malumore più nero.

Una ricerca della Bangkor University ha messo a punto un esperimento che ha dimostrato, scientificamente, quanto e come la fatica mentale possa influire su quella propriamente fisica, sottoponendo a monitoraggio alcuni soggetti che svolgono un mestiere che presuppone un notevole impegno mentale: la prestazione fisica a livello muscolare e cardiovascolare di fatto non muta ma cambia l’atteggiamento con il quale si affronta l’allenamento e dunque la percezione della sua qualità.

Via | ThatsFit.com

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: