Il Viagra al sapor di uova marce

uova marceLa notizia a prima vista è di quelle che fanno storcere il naso, non foss’altro che per la puzza che oggettivamente emanano le uova andate a male. Un gruppo di ricercatori napoletani ha però scoperto che proprio quelle uova sono in grado di spiegare una clamorosa scoperta: l’idrogeno solforato, responsabile di quel malsano odore, ha la capacità di riattivare la funzionalità sessuale del pene con problemi di erezione. In verità si tratta di un elemento contenuto nelle acque vicine a giacimenti di zolfo, che acquistano quindi il tipico odore di cui s’è detto e da cui il paragone.

Se il viagra del futuro puzzerà di uova marce sarà tutto da vedere – e chissà chi mai sarebbe disposto a comprarlo conoscendone gli effetti collaterali decisamente anafrodiasiaci – ma intanto lo studio dell’Università Federico II è stato pubblicato sull’autorevole Proceedings of the National Academy of Sciences e si prospettano ottime chance per la produzione di un sostituto del Viagra che contenga proprio l’elemento che si è rivelato tanto provvidenziale.

Intanto vi sconsigliamo vivamente, per la vostra salute e per quella di chi vi sta intorno, di produrvi in alchemiche preparazioni casalinghe utilizzando uova che andrebbero solo buttate via. Meglio aspettare i risultati della scienza.

Via | Yahoo.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail