Le zuppe salate favoriscono il cancro allo stomaco

zuppa Chi mangia regolarmente zuppe pronte potrebbe essere maggiormente esposto al rischio di un cancro allo stomaco. L'allerta arriva dal World Cancer Research Fund che ha esaminato il contenuto di numerose zuppe pronte appurando che contengono molto sale.

Le zuppe, in effetti, sono tra i principali alimenti colpevoli – per così dire – di nascondere una serie di ingredienti, primo tra tutti il sale. Gli esperti, infatti, hanno rivelato che una porzione di una tipica zuppa pronta in vendita nei supermercati contiene la metà della dose giornaliera raccomandata.

Ma quant'è esattamente la quantità di sale accettabile? Gli adulti non dovrebbero superare i 6 grammi al giorno ma – stando alle statistiche – il consumo è di 8,6 grammi. Una differenza tutt'altro che piccola – secondo gli scienziati - che deve indurci a modificare le nostre abitudini alimentari.

Come mai tanta preoccupazione? Noi tutti sappiamo già che il sale – quando in eccesso – provoca un aumento della pressione sanguigna e fa crescere il rischio di un infarto o un ictus. Ora, però, gli scienziati sono preoccupati perché sembrerebbe che un consumo eccessivo di sale possa provocare anche il cancro allo stomaco.

Dovremmo, quindi, rinunciare del tutto alle zuppe già pronte? Quelle a base di verdure fresche sono meno salate di quelle in scatola che contengono anche pancetta o prosciutto, ma bisogna sempre leggere attentamente le etichette perché anche quelle dei marchi più famosi spesso nascondono oltre un terzo della dose giornaliera raccomandata.

Ecco perché la dottoressa Rachel Thompson del World Cancer Research Fund consiglia di preparare le zuppe in casa avendo cura di non eccedere con il sale. In via preventiva, sarebbe bene anche limitare il consumo di cibi che contengono sale come il salame, le salsicce, la pizza e alcuni cereali per la colazione.

Via | Dailymail
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail