Salmonella: come prevenirla ed evitarla

salmonella

L’allarme salmonella è di nuovo rosso. Negli Stati Uniti si sono verificati alcuni casi gravi, con il decesso delle persone coinvolte, e il ritiro dal mercato di ingenti quantità di cibo presumibilmente infetto. Quando si verificò il medesimo allarme in Europa, diversi anni fa, il panico dilagava. Ecco le regole che Slashfood ha elencato per prevenire il contagio, evitandolo attraverso piccole norme d’igiene e attenzione.


  • Il primo e più ovvio consiglio è quello di lavarsi bene le mani e pulire accuratamente le superfici della cucina su cui si prepara da mangiare.
  • I piani di lavoro, gli attrezzi da cucina e le mani andranno lavati anche passando dalla preparazione delle verdure a quelle della carne, per evitare eventuali contaminazioni tra i diversi cibi.


  • Utilizzate il sapone, non solo l’acqua, meglio se antibatterico.
  • Usate sempre canovacci per i piatti fresche di bucato e cambiateli spesso.
  • Lavate sempre con cura la frutta, anche se avete intenzione di sbucciarla e non mangiare la buccia.
  • Qualunque prodotto della terra che sia stato a contatto con il terreno è suscettibile di salmonella, quindi vanno lavati energicamente.
  • Rimuovete con cura tutte le parti esterne del frutto prima di lavarlo e portarlo in tavola: possono ospitare i batteri incriminati.
  • Per la stessa ragione rimuovete sempre le foglie più esterne dell’insalata e il primo strato di ogni cipolla, a costo di sprecarne un po’ più del solito.
  • Cuocete sempre ogni impasto che contenga delle uova e resistete alla tentazione di assaggiare qualunque preparazione che non preveda la cottura delle uova.
  • Le uova sono tra le primarie fonti di salmonella, dunque bisogna assicurarsi che siano sempre ben cotte e che non sia passato troppo tempo tra la data d’acquisto e quella di cottura.
  • Se avete animali in casa, lavatevi sempre accuratamente le mani dopo averli toccati.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail