Raffreddore: un decalogo per proteggersi in tempo

cold Di consigli e luoghi comuni su come trattare il raffreddore sono pieni i giornali e anche i notiziari on line. Per questo l'Osservatorio FederSalus - l'associazione che riunisce le principali aziende produttrici di prodotti salutistici - ha chiesto a medici generici, nutrizionisti e dietologi quali sono i principali fattori di rischio per i raffreddori e soprattutto come potersi difendere.

Ne è nato un decalogo che suggerisce le regole più semplici da seguire nella vita di tutti i giorni per affrontare questo periodo dell'anno ad alto rischio di raffreddori. Eccolo:


  • Curare l'alimentazione: il passaggio dall'autunno all'inverno è molto stressante per l'organismo. Aiutiamolo con un'alimentazione equilibrata ricca di vitamine e sali minerali.


  • Cogliere in tempo i segnali: al primo sintomo di malessere, anche se si tratta soltanto di qualche starnuto, corriamo ai ripari intervendo sul nostro stile di vita prima che sia troppo tardi.
  • Regolare i ritmi dello stile di vita: cerchiamo di evitare i sovraccarichi di lavoro che possono stressarci abbassando il livello delle nostre difese imunitarie. La miglior difesa che possiamo garantire al nostro organismo è la regolarità degli orari dei pasti e la giusta quantità di sonno.
  • Evitare i rimedi "fai da te": anche se alcuni di noi (io per prima) sono appassionati dei vecchi rimedi della nonna, cerchiamo soluzioni più efficaci in caso di raffreddamenti ormai in corso. Lasciamo, semmai, alla fase preventiva le ricette fai da te.
  • Assumere integratori alimentari: vitamine, sali minerali e tutto ciò di cui il nostro corpo può aver bisogno per difendersi dai virus possono essere assunti con gli integratori alimentari che rappresentano una soluzione pratica per chi proprio non riesce a compensare con l'alimentazione.
  • Integrare i liquidi: bere abbastanza non è importante soltanto d'estate quando fa più caldo e avvertiamo di più la disdratazione. Bere è fondamentale sempre e lo è ancor di più quando si è influenzati ed è necessario ingerire grandi quantità di liquidi.
  • Vestirsi in modo adeguato: evitiamo i capi troppo pesanti e scegliamo, invece, un abbigliamento a strati che ci consenta di svestirci se all'interno abbiamo troppo caldo e ricoprici se cambiamo stanza o usciamo.
  • Fare attenzione agli sbalzi di temperatura: anche se la tentazione di creare un ambiente caldo e confortevole è forte, cerchiamo di non esagerare perchè poi uscendo dalla stanza potremo avere uno sbalzo termico poco piacevole.
  • Svolgere un'attività fisica: svolgere una sia pur moderata attività fisica ci aiuta a rinforzare le difese contro gli attacchi dei mali di stagione.
  • Evitare i luoghi affollati: nei luoghi dove c'è tanta gente, si moltiplicano le occasioni di contagio specie se siamo già un po' deboli. Perciò, difendiamoci bene se andiamo in palestra, in piscina o in metropolitana ricordandoci di lavare sempre le mani.

Via | FederSalus
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail