Cosa sono le extrasistoli, perché si presentano e come si curano

Scritto da: -

Con il termine extrasistole ci si riferisce ad un battito anomalo del cuore. Si tratta di nello specifico di un battito prematuro che provoca un’alterazione della successione dei battiti cardiaci. Può essere asintomatico, ma delle volte può dare la sensazione al paziente di avere “perso un battito”. Le extrasistoli sono un disturbo molto frequente, a chiunque può capitare, almeno una volta nella vita, di avvertire quest’anomalia del battito cardiaco. Se si verifica di tanto in tanto non è niente di grave. Se invece continua a manifestarsi sempre più di frequente è consigliabile un consulto medico.

Le cause per cui le extrasistoli si presentano non sono sempre comprensibili, e per i casi sporadici spesso rimangono sconosciute. Diverso è il caso delle aritmie frequenti che possono segnalare una patologia cardiaca o un’infezione. Delle volte la causa è la perdita temporanea della stabilità elettrica delle cellule dei ventricoli; altre volte possono esserci delle alterazioni nell’organismo (squilibri chimici, utilizzo di farmaci o lesioni), ma nella maggior parte dei casi la causa rimane ignota.

Anche se non se ne comprende la causa, esistono dei fattori di rischio che possono favorire le extrasistoli, e questi sono caffeina, alcool, fumo, ipertensione, presenza pregressa di patologie cardiache, ansia o un esercizio fisico eccessivo. Come detto, se le extrasistoli sono sporadiche possono non essere avvertite o comunque, anche in caso del cosiddetto tuffo al cuore, non devono destare preoccupazione e non c’è bisogno di intervenire.

Se invece sono frequenti è bene visitare il medico per sottoporsi ad alcuni controlli. Uno specialista assegnerà una terapia soltanto nel caso in cui ci siano delle patologie cardiache sottostanti. Prima di tutto bisognerà evitare i fattori di rischio elencati in precedenza, e poi potrebbero essere prescritti dei farmaci (betabloccanti, calcio antagonisti o antiaritmici) che cambiano a seconda della malattia che causa le extrasistoli. In tutti i casi è sempre consigliabile tenere sotto controllo lo stress imparando tecniche di meditazione, con un programma di esercizio fisico mirato, o assumendo ansiolitici prescritti dal medico.

Via | Farmacoecura; Albanesi
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 6 voti.