In Finlandia jogging anche per ministri e turisti

joggingPiuttosto bizzarra la proposta che il premier finlandese ha fatto ai suoi ministri di recente. Gli ha chiesto, infatti, di alternare gli impegni di governo allo jogging con l'obiettivo di tenersi in forma e dare l'esempio ai cittadini, fra i quali avanza l'obesità.

Una proposta che nasce nell'ambito del dicastero della Sanità e non potrebbe essere altrimenti visti i numerosi benefici dello jogging: migliora l'apparato cardiocircolatorio, accelera il metabolismo dell’apparato digerente, è antidepressivo e aiuta a bruciare i grassi. Pensate che in appena mezz'ora si possono consumare fino a 200 calorie in eccesso.

Ulteriori conferme sono arrivate di recente da un nuovo studio Usa condotto su un gruppo di 285 joggers ultracinquantenni e pubblicato sulla rivista scientifica "Archives of internal medicine". E' stato dimostrato che correre metodicamente più volte a settimana allunga la vita e rafforza la salute anche in età avanzata.

Bene, perchè è proprio l'attività fisica che fa per me e per tutte le persone che hanno poco tempo anche perchè può essere praticato ovunque e con un'attrezzatura minima che, però, va scelta con cura. Le scarpe sono fondamentali. Vanno evitate le classiche scarpe da ginnastica, da tennis o da basket, che non sono assolutamente adatte per correre e possono comportare l’insorgere di disturbi come talloniti e tendiniti.

Le scarpe devono essere abbastanza morbide e con una forma anatomica che si adatti al piede, ma nello stesso tempo devono essere rigide quanto basta a prevenire gli attriti su qualsiasi tipo di terreno. Importante anche l'abbigliamento. Bisogna coprirsi, ma non troppo, scegliendo un abbigliamento tecnico che permetta un’adeguata traspirazione e protegga dal freddo. Anche i calzini devono essere adatti: i migliori sono quelli di cotone senza cuciture.

Infine, la scelta di dove correre. Se possibile, al verde o magari vicino al mare. Ma chi di noi non ha questa possibilità, può farlo anche sotto casa o magari nel centro storico della propria città. E' molto trend, per esempio, il “sightjogging”, ovvero la corsa con vista.

La nuova tendenza è stata ideata da un'agenzia romana per i turisti stranieri in visita nella città di Roma e con due esigenze: mantenersi in forma e visitare la città nel più breve tempo possibile. Naturalmente, i tour operator che propongono la novità, offrono nel pacchetto anche un personal trainer che – oltre a condurre i tempi e i percorsi dello jogging – possa illustrare anche monumenti e bellezze storiche con informazioni artistiche e archeologiche.

Finora l’agenzia che ha ideato il sightjogging propone quattordici itinerari con tanto di visita guidata. I trainer, che vanno prenotati almeno con 24 ore di anticipo, vanno a prendere e riaccompagnano i turisti direttamente in albergo. I percorsi, inoltre, sono personalizzati e tengono conto dell’età e del diverso livello di allenamento del turista. Ogni itinerario è contrassegnato dal grado di difficoltà del percorso e dal tipo di interesse prevalente (storico, artistico o naturalistico). I trainer forniscono anche dei cardiofrequenzimetri per il monitoraggio delle frequenze cardiache in modo da tenere sotto controllo la salute del turista jogger.

E, allora, anche se non viviamo a Roma, perché non rubare l’idea e provare – una volta tanto – a correre in centro piuttosto che nel verde coniugando fitness e cultura? Naturalmente, sarà meglio scegliere le isole pedonali e lasciar perdere le strade troppo trafficate per evitare di respirare smog.

Via | Sightjogging.it; Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: