La dieta mima digiuno dovrebbe favorire la perdita di peso

La dieta mima digiuno si deve seguire cinque giorni al mese e permette di perdere peso e massa grassa in modo significativo.

Cambiamenti perdita peso

Digiunare fa bene. Non si parla di astinenza totale da cibo, ma di mettere il proprio corpo a riposo un giorno alla settimana, affinché si possa disintossicare. Purtroppo però non mangiare è molto faticoso, fisicamente e mentalmente. E così, lo scienziato italiano Valter Longo, direttore del programma Longevità & Cancro dell’Ifom di Milano e direttore del Longevity Institute all'Università della Southern California, ha studiato la dieta mima digiuno.

In che cosa consiste? È un regime ipocalorico, ipoglicemico e ipoproteico e ad alto contenuto di acidi grassi insaturi che dovrebbe aiutare una riduzione del peso corporeo, della massa grassa addominale, della pressione arteriosa, della glicemia a digiuno, dei trigliceridi, della proteina C reattiva (indice di infiammazione corporea) e del fattore di crescita insulino-simile (associato all’invecchiamento cellulare). Quanto si deve seguire? 5 giorni al mese. I ricercatori hanno spiegato:

“I dati ottenuti su biomarker e fattori di rischio associati a invecchiamento, cancro, diabete e malattie cardiovascolari, unitamente all’elevata compliance alla dieta e alla sua sicurezza di utilizzo indicano che la Dieta Mima Digiuno possa rappresentare una strategia alimentare ad alto potenziale di efficacia nella promozione della salute umana”.

Via | Tgcom

  • shares
  • Mail