Cantare nel coro e disturbi della voce nei bambini: spiegato il legame

I bambini che cantano in un coro corrono minori rischi di avere disturbi alla voce? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Cantare nel coro

Sappiamo bene che cantare in un coro può regalare moltissimi effetti benefici per la salute di adulti e bambini, ma sapevate che il canto corale può anche influenzare positivamente la nostra voce, e ridurre il rischio di disturbi e problemi di salute? A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista JAMA Otolaryngology - Head & Neck Surgery, che rivela quale potrebbe essere il legame fra cantare in un coro di bambini e il rischio di sviluppare dei disturbi alla voce.

Lo studio è stato condotto in Spagna, ed ha preso in esame un campione di quasi 1.500 bambini (di età compresa tra 8 e 14 anni), 752 dei quali cantavano in dei cori, mentre 743 bambini non avevano questo particolare hobby.

Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a dei controlli per identificare l’eventuale presenza di problemi alle corde vocali. I loro genitori, i direttori del coro e gli insegnanti dei bambini che non cantavano sono stati inoltre intervistati dai ricercatori.

Esaminando i dati sarebbe emerso che quasi il 24% dei bambini aveva un disturbo della voce, e che tali disturbi erano molto meno comuni tra i bambini che cantavano nei cori. Questo probabilmente è dovuto al fatto che i bambini che cantano nei cori hanno, in generale, una buona cura della voce.

Cantare in un coro di bambini – concludono dunque gli autori - può essere utile per la salute della voce, probabilmente grazie al training vocale; pertanto, potrebbe essere importante applicare la stessa attenzione anche per la voce dei bambini che non cantano nei cori.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail