Vampate di calore notturne, rimedi

Vi svegliate di notte sudati e con vampate di calore intollerabili? Ecco le principali cause e cosa fare come terapia.

Vampate calore notturne

Quando si parla di vampate di calore notturne, si pensa sempre alla menopausa. Tuttavia ci possono essere anche altre cause di vampate notturne. Con il termine di vampata di calore si intende una sensazione improvvisa di calore con sudorazione e tachicardia. La cute diventa rossa e calda, con la caldana che parte dal viso e poi si estende. Molto spesso, dopo la fase di sudorazione, arrivano i brividi. Le vampate, in realtà, possono manifestarsi durante tutto l'arco della giornata. Tuttavia nel caso di vampate di calore notturne, ecco che a questo problema si somma quello dell'insonnia. Ma quali sono le cause di vampate di calore notturne? E quali sono i rimedi più efficaci?

Vampate di calore notturne: cause

La causa più comune di vampate di calore è la menopausa nella donna o l'andropausa negli uomini. Altre cause di vampate di calore anche notturne possono essere:

  • tumori alla prostata o ai testicoli
  • attacchi di panico
  • fase premestruale
  • problemi a ipofisi, ipotalamo e tiroide (anche tumori), visto che regolano la temperatura corporea
  • couperose
  • rosacea

Vampate di calore notturne: rimedi

Prima di parlare di rimedi naturali e di terapia per le vampate di calore, è bene prendere qualche precauzione:

  • non vestirsi troppo pesantemente, preferendo un abbigliamento a strati
  • rinfrescarsi con un ventilatore quando sopraggiunge la caldana
  • evitare di mangiare cibi troppo speziati, caffè e evitare anche gli alcolici
  • smettere di fumare
  • se sovrappeso, cercare di dimagrire
  • tentare con tecniche yoga o di rilassamento

Per quanto riguarda l'insonnia legata alle vampate notturne, valgono sempre gli stessi consigli dati per dormire meglio:

  • andare a dormire e svegliarsi a orari regolari
  • evitare pisolini durante il pomeriggio
  • scegliere un rituale per andare a dormire: leggere, ascoltare musica, bere tisane o fare un bagno caldo
  • evitare di usare smartphone o computer subito prima di andare a dormire
  • non guardare la televisione o usare computer/smartphone in camera da letto
  • fare in modo che la temperatura della camera da letto non sia né troppo alta né troppo bassa
  • evitare di fare attività fisica subito prima di andare a dormire
  • non fare pasti troppo abbondanti la sera
  • evitare di consumar caffè, tè, cioccolata o alcolici di sera

Nel caso in cui tutto ciò non funzionasse, bisognerebbe stabilire quale sia la causa delle vampate con una visita medica. Purtroppo la terapia delle vampate notturne associate alla menopausa richiede l'uso di ormoni, con tutti gli effetti collaterali del caso. Attenzione anche alla fitoterapia e ai rimedi naturali: alcuni hanno dimostrato di avere anche effetti epatotossici.

Via | iStock

  • shares
  • Mail