Mangiare pesce riduce il rischio di asma?

Mangiare pesce potrebbe ridurre il rischio di asma. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Mangiare pesce

Mangiare pesce potrebbe tenere alla larga il rischio di asma. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio pubblicato sull'International Journal of Environmental Research and Public Health e condotto dai membri della James Cook University, i quali hanno testato un campione di 642 persone che lavoravano in una fabbrica di lavorazione del pesce in un piccolo villaggio del Sud Africa.

Gli esperti spiegano che l'incidenza di asma è quasi raddoppiata negli ultimi 30 anni, e che circa la metà dei pazienti che soffrono di tale condizione non otterrebbe alcun beneficio dai farmaci attualmente disponibili per il trattamento. Per questa ragione si registra una sempre maggiore attenzione verso opzioni di cure non farmacologiche.

L’attuale teoria è che il drammatico cambiamento nella dieta registrato in tutto il mondo possa essere all'origine dell'aumento dei casi di asma. Grazie al loro studio, gli esperti hanno però scoperto che il consumo di pesce potrebbe ridurre il rischio di sviluppare tale condizione.

Abbiamo scoperto che alcuni tipi di acidi grassi polinsaturi n-3 (provenienti da oli di pesce) erano significativamente associati a un ridotto rischio di soffrire di asma o di sintomi asmatici fino al 62%, mentre il consumo elevato di n-6 (da oli vegetali) era associato a un rischio maggiore fino al 67%.

Gli esperti spiegano inoltre che anche se si prendono in considerazione contaminanti come il mercurio, i benefici del consumo di pesce e di frutti di mare supererebbero di gran lunga i potenziali rischi.

via | MedicalXpress
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail