Per avere un matrimonio felice, anche la genetica conta

Il vostro sarà un matrimonio felice? Dipende (anche) dalla genetica. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

matrimonio felice

Il vostro sarà un matrimonio felice? Dipende (anche) dai vostri geni. La felicità matrimoniale a lungo termine può infatti dipendere dai singoli geni o da quelli del vostro partner, secondo quanto emerge da un nuovo studio condotto dai ricercatori della Yale School of Public Health e pubblicato sulla rivista PLOS ONE.

Lo studio ha preso in esame il ruolo di una variazione genetica che interessa l'ossitocina, ormone che svolge un ruolo molto importante nei legami sociali. Gli autori hanno esaminato un campione di 178 coppie sposate di età compresa tra i 37 e i 90 anni. Ogni partecipante ha completato un sondaggio in merito alle proprie sensazioni di sicurezza e soddisfazione coniugale, ed ha anche fornito un campione di saliva per la genotipizzazione.

Il gruppo ha dunque scoperto che se almeno un partner aveva una variazione genetica nota come genotipo GG all'interno del recettore del gene dell'ossitocina, la coppia riferiva livelli di soddisfazione coniugale significativamente maggiori e sentimenti di sicurezza all'interno del matrimonio più elevati rispetto a coloro che non presentavano tale variazione.

Questo studio dimostra che il modo in cui ci sentiamo nelle nostre relazioni più strette è influenzato da più delle nostre esperienze condivise con i nostri partner nel tempo. Nel matrimonio, le persone sono anche influenzate dalle predisposizioni genetiche proprie e dei loro partner.

I ricercatori hanno anche scoperto che le persone con il genotipo GG hanno riportato un attaccamento meno ansioso nei confronti del partner, e ciò ha favorito il benessere della loro relazione. L'attaccamento ansioso è causato da un’insicurezza relazionale (provocata ad esempio da esperienze negative passate con familiari e partner), ed è associato ad una bassa autostima, maggiore sensibilità al rifiuto e continua ricerca di approvazione.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail