Ricerca oncologica pediatrica: Fondazione Veronesi e Anicav in piazza con il pomodoro buono per la ricerca

Fondazione Veronesi e Anicav tornano nelle piazze italiane con il Pomodoro della Ricerca. I proventi verranno devoluti a favore della ricerca oncologica pediatrica.

Fondazione Veronesi: Pomodoro della Ricerca

Sabato 30 e domenica 31 marzo, nelle principali piazze italiane, troverete la seconda edizione di "Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca". Si tratta di un'iniziativa organizzata dalla Fondazione Veronesi, da Anicav (Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali) e Ricrea (Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio). Lo scopo è quello di raccogliere fondi per sostenere la ricerca scientifica in campo pediatrico, soprattutto nell'ambito di garantire cure sempre migliori ai bambini malati di tumore.

Il Pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca: arriva la seconda edizione

Pomodoro della Ricerca, Fondazione Veronesi

Nell'ultimo week-end di marzo troverete i volontari di Fondazione Umberto Veronesi in più di 160 piazze italiane. Donando un contributo minimo di 10 euro, riceverete una confezione con tre lattine di pomodori, in versione pelati, polpa e pomodorini. La scelta del pomodoro non è stata certo casuale: il pomodoro è parte fondamentale della dieta mediterranea. Inoltre è un frutto ricco di vitamine C ed E, sali minerali (soprattutto potassio e fosforo) ed ha pochi zuccheri. Aggiungeteci poi che è ricco di polifenoli (antiossidanti) e carotenoidi (soprattutto licopene).

Monica Ramaioli, direttore generale di Fondazione Umberto Veronesi, ha così spiegato: "Durante la scorsa edizione di questa iniziativa abbiamo raccolto oltre 200.000 euro grazie alla grande sensibilità dimostrata da chi ha deciso di essere al nostro fianco: donatori, volontari, Anicav e Ricrea, partner di questo progetto. Quest’anno vogliamo fare ancora di più, per finanziare la ricerca scientifica di altissimo profilo e continuare ad aiutare gli oltre 2.000 bambini che ogni anno si ammalano di tumore".

Il fatto è che ogni anno sono circa 1.400 i bambini di età fra i 0 e i 14 anni che si ammalano di cancro e quasi 800 gli adolescenti fino ai 19 anni. Con gli studi effettuati nel settore dell'oncologia pediatrica, il 70% di questi tumori infantili riesce a guarire, con picchi che arrivano all'80-90% in caso di linfomi e leucemie. Nonostante tutti i passi avanti fatti, le neoplasie sono ancora la prima causa di morte per malattia nei bambini piccoli.

  • shares
  • Mail