Settimana Mondiale per la riduzione del consumo di sale 2019

Nella Settimana Mondiale per la riduzione del consumo di sale 2019, ecco buone regole da seguire!

Settimana Mondiale per la riduzione del consumo di sale

Torna la Settimana Mondiale per la Riduzione del Consumo di Sale, 7 giorni per promuovere stili di vita sani. Dal 4 al 10 marzo 2019, infatti, in tutto il mondo si parla di come ridurre il sale può far bene alla salute. L'evento è promosso per l’undicesimo anno dal WASH (World Action on Salt & Health), per sensibilizzare sull'importanza di ridurre l'apporto di sale e zucchero nelle nostre diete.

Una dieta povera di sale ci aiuta a ridurre la pressione del sangue, a migliorare lo stato di benessere, a prevenire problemi al sistema cardiovascolare, come ictus, infarto o scompenso cardiaco. I benefici della riduzione del consumo di sale può aiutarci a stare meglio. L'abuso, infatti, può causare ipertensione, diabete e altri disturbi che possono mettere a serio rischio la nostra salute.

La Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), il Gruppo Intersocietario Meno Sale Più Salute e il Programma Guadagnare Salute, insieme a Sodexo Italia, ci danno utili consigli per seguire uno stile alimentare più sano:


  • Ridurre la quantità di sale e di zuccheri aggiunti in cucina e a tavola

  • Controllare il contenuto di sali e zuccheri nelle etichette degli alimenti che andiamo a comprare per portare sulle nostre tavole

  • Preferire alimenti poveri di sale e zuccheri aggiunti

  • Abituarsi al gusto meno salato e meno dolce aggiungendo ai piatti aromi e spezie

Raffaele Dell’Acqua, Direttore Qualità e Sicurezza di Sodexo Italia, spiega:

“Abbiamo deciso di aderire alla Settimana Mondiale per la riduzione del consumo di sale proprio perché siamo perfettamente consci dell’importanza che ricopre la sensibilizzazione sulla riduzione del consumo di sale e zucchero sulle nostre tavole a beneficio della nostra salute.In quanto operatori della ristorazione collettiva, abbiamo un’importante responsabilità nei confronti dei nostri commensali e del loro benessere. Non si tratta solo di adottare buone pratiche in cucina, ma di farci portavoce di sane abitudini alimentari, adottandole in prima persona e condividendole ogni giorno sul lavoro come a casa.

Foto Pixabay

  • shares
  • +1
  • Mail