Smiling depression: cos’è e come riconoscerla

Ecco cosa è la Smiling depression e come fare a riconoscerla.

Smiling depression

Avete mai sentito parlare della cosiddetta “smiling depression”? Per chi se lo stesse chiedendo, si tratta sostanzialmente della tendenza a nascondere i propri problemi di depressione dietro un sorriso (la traduzione di “smiling depression” è infatti proprio "depressione col sorriso").

A parlare di questo comportamento è l'autrice di un nuovo articolo pubblicato sulla rivista The Conversation, la ricercatrice dell'Università di Cambridge di nome Olivia Remes.

L'esperta spiega che le persone che soffrono di depressione, ma che mascherano il loro stato d’animo con un sorriso, non stanno certamente meglio rispetto a coloro che non fanno lo stesso, ma rendono piuttosto ancor più difficile riuscire a identificare i segnali del problema.

La Remes spiega che, generalmente, queste persone non riescono a comprendere le ragioni del loro problema:

Potrebbe sembrare che non abbiano motivo per essere tristi: hanno un lavoro, un appartamento e spesso anche bambini o un compagno. Sorridono quando li saluti e possono condurre conversazioni piacevoli. Indossano una maschera per il mondo esterno. Dentro, tuttavia, si sentono senza speranza e scivolare verso il basso, a volte anche pensando di farla finita con tutto. La forza con cui devono andare avanti può renderli particolarmente vulnerabili alla realizzazione di piani di suicidio. Ciò è in contrasto con altre forme di depressione, in cui si potrebbe avere un'idea di suicidio ma non abbastanza energia per agire.

La dottoressa aggiunge inoltre che coloro che soffrono di questo particolare tipo di depressione tendono ad avvertire i sintomi soprattutto la sera, e sentono il bisogno di dormire per molte ore. Inoltre, i soggetti tendono anche a rimuginare molto sulle cose negative, ed hanno maggiori difficoltà a superare le esperienze in cui si sono sentite umiliate.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • +1
  • Mail