Fumare erba da adolescenti aumenta il rischio di depressione in età adulta

Fumare erba è associato a un rischio maggiore di soffrire di depressione negli adolescenti. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Fumare erba

Fumare erba è associato a un maggior rischio di soffrire di depressione negli adolescenti. A suggerirlo è un nuovo studio, i cui autori spiegano che, mentre ci si è concentrati molto sul ruolo del consumo di cannabis nello sviluppo delle psicosi, è stata riservata molta meno attenzione al possibile collegamento fra uso di cannabis e rischio di soffrire di disturbi mentali comuni, come depressione e ansia.

Il nuovo studio, condotto dai membri della McGill University e della University of Oxford, ha analizzato un campione di 23.317 individui, con lo scopo di scoprire se l'uso della cannabis nei giovani potesse essere associato a depressione, ansia e suicidio nella prima età adulta. Gli autori hanno scoperto che l'uso di cannabis tra gli adolescenti è effettivamente associato a un significativo aumento del rischio di depressione e del rischio di suicidio in età adulta (non causato da ansia).

Il rischio attribuibile alla popolazione è risultato pari a circa il 7%, che si traduce in oltre 400.000 casi di depressione adolescenziale potenzialmente attribuibili all'esposizione alla cannabis negli Stati Uniti, 25.000 in Canada e circa 60.000 nel Regno Unito.

Abbiamo esaminato gli effetti della cannabis perché il suo uso tra i giovani è molto comune, ma gli effetti a lungo termine sono ancora poco conosciuti. Le nostre scoperte sulla depressione e sul suicidio sono molto importanti per la pratica clinica e la salute pubblica. Sebbene la dimensione degli effetti negativi della cannabis possa variare tra i singoli adolescenti e non sia possibile prevedere il rischio esatto per ogni adolescente, l'uso diffuso della cannabis tra le giovani generazioni lo rende un importante problema di salute pubblica.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • +1
  • Mail