I benefici della massoterapia

A cosa serve la massoterapia? In quali malattie può portare benefici?

Massoterapia

Quando si parla di massoterapia si intende una tecnica che prevede l'uso del massaggio terapeutico di muscoli e tessuti connettivali. La massoterapia viene praticata con l'uso delle mani e si usa soprattutto per le affezioni dell'apparato muscolo-scheletrico, anche per la prevenzione o in caso di riabilitazione. In realtà esistono diverse tecniche di massaggio nella massoterapia. In generale, tuttavia, apporta benefici in quanti migliora la circolazione sanguigna anche a livello dei capillari, stimola il drenaggio linfatico, stimola la produzione di endorfine e cerca di bloccare i segnali nervosi responsabili della trasmissione del dolore. Sarà il massoterapista a stabilire quale tecnica sia più adatta per il singolo paziente: sfioramento, frizione, sfregamento, impastamento, pressione, vibrazione o percussione.

Massoterapia: indicazioni e benefici

Questi sono i casi in cui si usa maggiormente la massoterapia, nella quale questo tipo di massaggio esplica i suoi maggiori benefici:

  • dolore muscolare (anche mal di schiena, cervicale...)
  • contratture muscolari e tendinee
  • ritenzione idrica
  • cellulite
  • stress

Tuttavia ci sono dei casi in cui sarebbe meglio non utilizzare la massoterapia, pur essendo una tecnica di massaggio sicura:

  • infezioni della cute
  • ferite cutanee
  • interventi recenti
  • tumori
  • disturbi della coagulazione
  • fratture
  • osteoporosi
  • gravidanza

Ci sono degli effetti collaterali nell'uso della massoterapia? Solitamente no, tuttavia potrebbero verificarsi:

  • dolore transitorio della parte
  • arrossamento
  • gonfiore della parte
  • ematomi
  • reazioni allergiche ai prodotti usati durante la terapia (vengono usati oli o creme per facilitare il massaggio ed evitare fastidiose frizioni)

Via | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail