Bambini: sviluppo a rischio per colpa dei tablet?

Tablet e cellulari danneggiano lo sviluppo e le abilità dei nostri bambini. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Bambini tablet

Stare troppe ore incollati allo schermo di tablet e cellulari non fa bene allo sviluppo delle abilità sociali e del linguaggio dei bambini. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio pubblicato sulla rivista 'Jama Pediatrics', secondo cui trascorrere molto tempo, fin da piccoli, di fronte agli schermi dei dispositivi elettronici può effettivamente ritardare lo sviluppo di abilità come il linguaggio o la capacità di socializzare.

Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno condotto uno studio su un campione di 2.500 bambini di 2 anni. Le loro mamme hanno monitorato l'utilizzo di questi dispositivi da parte dei bimbi per un periodo di 5 anni, ed hanno compilato dei questionari volti a valutare il loro sviluppo e le loro abilità all’età di 2, 3 e 5 anni.

Esaminando i dati gli esperti hanno scoperto che all’età di 2 anni i bambini trascorrevano ben 17 ore a settimana di fronte a uno schermo. La quantità di tempo arrivava a 25 ore a settimana entro l’età di tre anni, e scendeva a 11 ore a settimana all’età di 5 anni, quando i bimbi iniziavano a frequentare le scuole elementari.

Dallo studio è inoltre emersa una preoccupante associazione fra l'uso precoce di questi dispositivi e un ritardo nello sviluppo, probabilmente causato dal fatto che, stando incollati agli schermi, i bambini perdono la possibilità di sviluppare le loro capacità.

Alla luce di quanto emerso appare dunque sensato il consiglio di limitare il tempo che i piccoli trascorrono incollati a tablet o telefonini, e di accertarsi che questi devices non interferiscano con le interazioni sociali o con il tempo trascorso insieme alla propria famiglia.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • +1
  • Mail