La tua personalità potrebbe aumentare il rischio di sviluppare il diabete

Avere una personalità positiva tiene alla larga il rischio di diabete di tip 2. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Personalità

Avere una personalità positiva aiuta a tenere alla larga il rischio di diabete di tipo 2 nelle donne in post-menopausa. Questo è ciò che emerge da un nuovo studio pubblicato sulla rivista on line Menopause, i cui autori rivelano che tratti positivi della personalità, come l'ottimismo, in realtà possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare questa malattia.

Pochi studi, fino ad ora, hanno esaminato l'associazione fra caratteristiche di personalità potenzialmente protettive e il rischio di diabete nelle donne in postmenopausa.

Il nuovo studio ha preso in esame un campione di 139.924 donne in postmenopausa senza diabete al basale, e le ha seguite per un periodo di follow-up di 14 anni, durante i quali sono stati identificati 19.240 casi di diabete di tipo 2.

Rispetto alle donne appartenenti al quartile più basso di ottimismo (le meno ottimiste), le donne nel quartile più alto hanno registrato un rischio inferiore del 12% di incidenza di diabete. Rispetto alle donne che tendevano meno a esprimere emozioni negative e ostilità, le donne che le esprimevano di più correvano un rischio di diabete rispettivamente del 9% e del 17% più alto. L'associazione fra ostilità e rischio di diabete era più forte nelle donne che non erano obese, rispetto alle donne che lo erano.

I tratti della personalità rimangono stabili per tutta la vita, quindi le donne a più alto rischio di diabete che hanno un basso livello di ottimismo, alta negatività e ostilità potrebbero applicare delle strategie di prevenzione adattate ai loro tipi di personalità. Oltre a utilizzare i tratti della personalità per aiutarci a identificare le donne a più alto rischio di sviluppare il diabete, bisognerebbe utilizzare anche delle strategie di educazione e trattamento più individualizzate.

via | Eurekalert
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail