Psicologia: i bambini preferiscono avere amici che parlino come loro

I bambini preferiscono parlare con compagnetti che abbiano il loro stesso accento. Lo rivela un nuovo studio.

bambini amicizia

I bambini tendono a voler essere amici e a voler parlare con altri bambini che abbiano il loro stesso accento, anche se crescono in una comunità diversa e sono regolarmente esposti a una varietà di accenti. Questo è ciò che emerge da una ricerca pubblicata dall'American Psychological Association sulla rivista Developmental Psychology, i cui autori hanno arruolato un campione di circa 150 bambini che parlavano inglese, e che avevano un’età compresa tra i 5 e i 6 anni.

Gli esperti hanno fatto ascoltare diverse voci di bambini ai giovani partecipanti: alcuni avevano un accento canadese, altri inglese e altri ancora coreano. Tutti parlavano inglese come prima o seconda lingua. Ebbene, dallo studio è emerso che, anche se erano regolarmente esposti a una varietà di accenti, i bambini canadesi preferivano essere amici di coetanei che parlavano con un accento canadese rispetto a quelli che parlavano con un accento britannico o coreano.

Gli esperti sottolineano tuttavia che una preferenza per amici con accenti simili non significa necessariamente che i bambini siano prevenuti nei confronti di coloro che hanno accenti non nativi.

È possibile che le preferenze osservate nella prima infanzia siano guidate più dalla familiarità che dall'avversione per le persone che parlano in modo diverso. Questo lavoro è un passo importante verso la comprensione delle complesse relazioni esistenti tra esposizione e preferenza nella prima infanzia e come queste preferenze potrebbero tradursi in pregiudizi nell'età adulta.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail