Le patatine fritte cancerogene

Non allarmiamoci, nonostante il terrorismo apparente del titolo e la notizia che in questi giorni fa il giro della Rete mettendo in guardia dal consumo massiccio di patatine fritte. Secondo uno studio dell’Università di Monaco la preparazione delle patatine con olio ad altissima temperatura sprigiona delle sostanze cancerogene dannose per la salute. Ma che l’olio stra-fritto fosse poco salutare non era certo una grande novità per nessuno.

I sospetti e la vecchia saggezza popolare tuttavia trovano conferma nella ricerca e pare che la sostanza incriminata si chiami acrilamide: si produce nell’olio che supera i 120 gradi di temperatura ma raggiunge concentrazioni pericolose solo sopra i 180 gradi. Sembrerebbe dunque semplice ovviare: evitare che l’olio superi quelle soglie.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: