Disturbi alla vista, come vedono le persone

Come vedono le persone affette da disturbi della vista? Così come nelle foto della nostra gallery.

Circa 253 milioni di persone nel mondo soffrono di disturbi visivi. Alcuni sono problemi abbastanza comuni, altri un po' meno. Ma quali sono i disturbi visivi più frequenti? E come vedono le persone affette da tali disturbi? Ecco che grazie all'aiuto di Damian Lake, primario oculista del Victoria Hospital e di Brendan O'Brien, direttore operativo di Vision Direct possiamo dare uno sguardo ai principali disturbi visivi, dando anche un'occhiata anche a come una persona affetta da tali malattie riesce a leggere un testo scritto.

Disturbi visivi: cataratta

Cataratta

La cataratta è l'opacizzazione del cristallino. Ci sono tre tipi diversi di cataratta:

  • sottocapsulare (parte posteriore del cristallino)
  • nucleare (parte centrale del cristallino)
  • corticale (parte esterna del cristallino, poi parte interna)

Difetti ereditari, diabete, traumi e fumo possono scatenare una cataratta. Chi soffre di cataratta ha la vista offuscata; a volte si vede anche una sorta di aureola intorno alle luci. La terapia prevede, inizialmente, l'uso di occhiali con gradazione elevata e luci di lettura luminose, ma alla fine bisognerà sempre ricorrere alla chirurgia.

Secondo Damian Lake: "Non esiste un modo certo per prevenire la cataratta, ma una dieta sana che includa le dosi giornaliere raccomandate di vitamine C ed E ha dimostrato, in alcuni casi, di ridurre le probabilità di sviluppare questa patologia". Brendan O'Brien, invece, ha così commentato: "La cataratta è una patologia dell’occhio abbastanza comune che diagnostichiamo spesso durante le visite, ma è importante ricordare che può essere difficile conviverci per lunghi periodi di tempo. Se soffri di tale disturbo, è consigliabile parlare con il tuo oculista delle cure a lungo termine a tua disposizione".

Disturbi visivi: retinopatia diabetica

Retinopatia diabetica

La retinopatia diabetica è una complicanza del diabete che provoca cecità se non curata. Tale malattia si sviluppa sia con il diabete di tipo 1 che di tipo 2. I sintomi di retinopatia diabetica sono:

  • peggioramento della vista
  • cecità improvvisa
  • presenza di puntini o macchie nel campo visivo
  • vista offuscata
  • dolore intorno agli occhi
  • rossore intorno agli occhi

Con la retinopatia diabetica è difficile distinguere le singole parole e lettere quando si legge un testo, soprattutto quando il font è troppo piccolo. La vista è annebbiata e si ha una specie di pulviscolo oculare che diminuisce la capacità visiva.

La terapia prevede di tenere sotto controllo il diabete. Solo se la retinopatia è talmente grave da rischiare la cecità, ecco che si interviene col laser, con l'iniezione intraoculare di farmaci o con l'intervento chirurgico.

Brendan O'Brien spiega che "sono poche le persone consapevoli delle ripercussioni che il diabete può avere sulla vista e, con l’aumentare del numero di diagnosi di tale malattia, ora è più importante che mai porre l’accento su tutti i sintomi, per cercare di ridurre questi numeri". Damian Lake ha poi aggiunto: "Se soffri di diabete, le misure preventive che devi prendere consistono nel tenere sotto stretto controllo la glicemia e la pressione, e nel non fumare".

Disturbi visivi: degenerazione maculare

Degenerazione maculare

La degenerazione maculare provocata dall'età è frequente fra i 50-60 anni e colpisce solitamente il campo visivo centrale. Non sempre conduce a cecità totale, ma rende difficile leggere, guidare o guardare la TV. I sintomi della degenerazione maculare sono:

  • disturbo nel percepire la grandezza degli oggetti (sembrano più piccoli del normale)
  • i colori appaiono meno brillanti
  • distorsione delle linee dritte
  • allucinazioni
  • difficoltà di concentrazione

La terapia della degenerazione maculare varia a seconda della gravità: si va da supporti visivi a iniezioni intraoculari, fino ad arrivare alla terapia fotodinamica. Damian Lake ha così commentato: "Il grado di diffusione aumenta sensibilmente negli over 75. L’età, i geni e il fumo di sigaretta sono i fattori di rischio principali, ma c’è una qualche evidenza che tra questi ci siano anche l’obesità, le malattie cardiache e la pressione e il colesterolo alti".

Disturbi visivi: glaucoma

Glaucoma

Il glaucoma è una malattia con danno del nervo ottico provocato dall'accumulo di liquido nella camera anteriore dell'occhio. Ciò causa aumento della pressione intraoculare. E' una malattia che colpisce, solitamente, le persone sopra i 70 anni: se non curata porta a cecità totale. I sintomi del glaucoma sono:

  • forte dolore oculare
  • nausea
  • vomito
  • arrossamento oculare
  • mal di testa
  • ipersensibilità perioculare
  • cerchi intorno alle luci
  • vista offuscata

Non esiste terapia per far recedere i danni oculari provocati dal glaucoma, ma tramite colliri, laser e chirurgia è possibile evitare che peggiori ulteriormente. Damian Lake ha così spiegato: "Il glaucoma grave viene trattato con il laser per creare un’apertura nell'iride, con le medicine per abbassare la pressione dell’occhio e, a volte, con un’operazione per rimuovere il cristallino. Tuttavia, nel glaucoma cronico, la cura consiste generalmente nell'uso quotidiano di colliri per abbassare la pressione oculare e, più raramente, nell'utilizzo del laser per limitarne la creazione o nell'intervento chirurgico per aumentare la fuoriuscita del liquido".

Disturbi visivi: distacco della retina

Distacco della retina

Nel distacco della retina lo strato di tessuto nervoso sensibile alla luce si stacca dagli strati sottostanti, causando una visione sfocata e distorta. Ci sono tre tipi di distacco della retina:

  • regmatogeno (comune; si ha un foro o strappo nella retina)
  • trazionale (retina strappata da tessuto cicatriziale dentro l'occhio)
  • essudativo (raro; fuoriuscita di fluido dai vasi sanguigni sotto la retina)

Il distacco della retina è una patologia grave, urgente: bisogna curarla subito per evitare danni permanenti alla vista. I sintomi sono:

  • comparsa di filamenti fluttuanti
  • visione di puntini negli occhi
  • lampi di luce
  • presenza di una tenda o ombra nel campo visivo
  • difficoltà di concentrazione

La terapia del distacco della retina è chirurgica: bisogna riuscire a riattaccare la retina prima che la vista sia danneggiata. Damian Lake ha così consigliato: "La comparsa di lampi di luce o di nuovi corpi mobili nel tuo campo visivo può essere il segno di uno strappo della retina, che può predisporre al suo distacco. In tal caso, è bene farsi controllare immediatamente da un operatore sanitario qualificato".

Brendan O'Brien ha poi commentato: "Da ottico, non mi stancherò mai abbastanza di sottolineare l’importanza di sottoporsi regolarmente a controlli e assicurarsi che sia un medico a valutare le avvisaglie sopraccitate, nel caso in cui si presentino".

Via iStock

  • shares
  • +1
  • Mail