Peso forma, il senso di sazietà dipende dal grasso bruno

Ad aiutarci a non sentire la fame è il cosiddetto grasso bruno, che interagisce con un ormone dell’intestino.

Avete sempre fame e faticate a mantenere il peso forma. Il grasso bruno ha un ruolo determinante nel senso di sazietà perché interagisce con la secretina, l'ormone dell'intestino. A svelarlo è uno studio dei ricercatori del Politecnico di Monaco di Baviera e dell’Università di Turku.

Esistono due grassi nel corpo umano, quello bianco ricco di lipidi e quello bruno ricco di ferro e soprattutto sopporta il catabolismo energetico. Quest’ultimo è di fondamentale importanza in quanto è in grado di convertire i nutrienti assunti con l’alimentazione in calore. È tipico dei neonati, poi con la crescita si perde per lasciare più spazio a quello bianco.

Questo grasso è dunque in grado di interagire con un ormone dell’intestino, noto come secretina, e comunicare al cervello la soddisfazione, di aver mangiato abbastanza. I test sono avvenuti sui topi e hanno permesso di scovare quanto la secretina sia di fondamentare importanza nell’attivazione di quei processi che comunicano al cervello il senso di sazietà. Martin Klingenspor, ricercatore dello studio, ha così commentato:

“Mangiare il giusto antipasto potrebbe rivelarsi molto utile per promuovere la sazietà e ridurre le dimensioni dei pasti e l'apporto calorico”.

Inoltre, si è scoperto che il grasso bruno si eredita dalla mamma, mentre quello bianco dal papà. Dunque anche l’obesità ha radici genetiche e questa informazione apre le strade ad altre analisi.

  • shares
  • +1
  • Mail