Vaccino antinfluenzale bambini, cose da sapere

Vaccino antinfluenzale bambini, ecco tutta una serie di indicazioni da conoscere.

Vaccino antinfluenzale bambini

Vaccino antinfluenzale bambini, consigliato oppure no? L'influenza è una malattia causata vai virus influenzali che infettano naso, gola, polmoni. A volte parliamo di influenza anche quando non si tratta proprio di questa patologia, anche se spesso i sintomi sono simili. Quando è il caso di vaccinare i bambini contro l'influenza?

Proprio i bambini sono maggiormente a rischio, in particolare i più piccoli possono sviluppare complicanze. L'influenza si trasmette per via diretta, con starnuti, tosse, parlare troppo vicini, ma anche per vi indiretta, per la dispersione di goccioline e secrezioni su oggetti e superfici. Per questo bisogna sempre lavarsi bene le mani, evitare luoghi affollati, non portare la mani sporche a contatto con occhi, bocca e naso, coprirsi con un fazzoletto di carta quando si starnutisce o si tossisce, per poi buttarlo via.

Sintomi influenza nei bambini


I sintomi dell'influenza comprendono:


  • Febbre alta

  • Tosse

  • Dolori muscolari

  • Mal di testa

  • Brividi

  • Inappetenza

  • Stanchezza

  • Malessere generale

  • Mal di gola


A questi sintomi comuni dell'influenza, nei bambini di solito possiamo aggiungere anche nausea, vomito e diarrea.

Vaccino antinfluenzale bambini


Il vaccino è consigliato nei bambini nei casi richiesti dai medici pediatri, come in presenza di malattie croniche o in caso di possibili complicanze. Si può fare il vaccino da metà ottobre fino a fine dicembre. In Italia sono disponibili diversi vaccini: vaccini influenzali inattivati (VII) e vaccino influenzale vivo attenuato quadrivalente (LAIV).

Il vaccino è consigliato nei bambini e negli adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale, così come negli individui di ogni età ricoverati in strutture di lungodegenza. A partire dai 6 mesi di età è consigliato per i bambini e per gli adolescenti l'utilizzo del vaccino quadrivalente, consigliato anche agli operatori sanitari e agli addetti alla loro assistenza. Anche i famigliari di bambini a rischio dovrebbero pensare al vaccino.

Foto iStock

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail