Igiene del sonno: le 7 cose che dovresti sapere se hai difficoltà a dormire

Il sonno non sempre è come lo vorremmo e spesso dormire bene è meno scontato di quanto non si pensi

Igiene del sonno

Una corretta igiene del sonno è alla base di una migliore salute. Di notte il corpo si ritempra, si riposa e fa il pieno di energie, quelle che gli servono a funzionare bene, ma anche a tenere lontane le malattie.

Eppure dormire bene spesso non è semplice, tanto che è sempre più frequente l'uso di prodotti rilassanti o sedativi per favorire il sonno, quello che nei tempi moderni, arriva con meno facilità rispetto al passato. La colpa è dello stress, delle distrazioni tecnologiche e anche delle cattive abitudini.

Se rientriamo nella casistica di chi ha difficoltà ad addormentarsi o a dormire sonni tranquilli, forse vale la pena leggere cosa dicono gli esperti. Di seguito le 7 cose da sapere sul meraviglioso mondo di Morfeo e i suoi abbracci soporiferi.


  1. Il sonno è un'abitudine - Per questo motivo è bene prendere un andazzo corretto. Il corpo si abitua infatti velocemente anche alle sveglie notturne, programmandosi per destarsi ad una certa ora, magari per andare in bagno. È essenziale invertire queste abitudini per dormire un sonno continuativo e senza pause, magari anche bevendo di meno la sera.

  2. Le piccole sveglie sono normali - Il sonno procede in cicli di circa due ore ed è normale che ci siano dei piccoli break fra ciascuno di essi. L'importante è non svegliarsi mai del tutto per non perdere la continuità del riposo.

  3. L'importanza del materasso corretto - Per un buon sonno è essenziale che le condizioni del materasso siano ottimali per far riposare bene il corpo. La superficie non deve essere né troppo rigida né troppo morbida per evitare dolori al risveglio.

  4. La lotta contro l'insonnia - Se non si riesce a prendere sonno, l'ultima cosa da fare è agitarsi o sforzarsi di dormire. L'ideale è dedicarsi ad un'attività rilassante, come la lettura o la meditazione e tornare a letto quando ci si è rasserenati.

  5. Restare a letto - Il sonno è una moneta energetica preziosa per il nostro corpo, ma anche il semplice riposo a letto, senza dormire, aiuta a ricaricarsi. Per questo motivo, quando possiamo, prendiamocela comoda e poltriamo un pochino di più, anche se non abbiamo sonno.

  6. La quantità di sonno richiesta - Si sente spesso dire che per essere freschi e riposati è necessario dormire 7-8 ore per notte. In realtà non è uguale per tutti e in ogni occasione. Di sicuro non è mai salutare dormire meno di 5 ore notturne, ma la cosa davvero importante è la qualità del sonno.

  7. La tecnologia è nemica del sonno - Per avere un sonno riposante e rilassato, sarebbe bene spegnere tv e device almeno 30 minuti prima di coricarsi. La luce di smartphone e apparecchi hi-tech scombussola i nostri ritmi circadiani, facendoci dormire male.

  • shares
  • +1
  • Mail